03 Nov

Come fare dormire i bambini?

bimbo-che-dorme

Come fare dormire i bambini?

Questa è una domanda dalla quale spesso ci si aspetta una risposta “magica”, il desiderio di incontrare qualcuno con una sorta di bacchetta magica che all’improvviso possa risolvere risvegli notturni, difficoltà di addormentamento e notti agitate…..

Lo capisco, ci sono passata anche io e mi sarebbe piaciuto tanto trovare una soluzione immediata alle mie notti difficili con il mio primo figlio!

La soluzione magica e immediata non c’è, però alcuni accorgimenti possono sicuramente aiutare a creare un ambiente favorevole alla nanna.

Il momento di andare a dormire è un momento in cui ci si separa, sia che si dorma nella stessa stanza che in un altra, è il momento in cui il bambino chiude con questo mondo per andare in quello dei sogni! E’ possibile facilitare questo distacco facendo in modo che il bambino sperimenti un senso di calore e sicurezza, non è il forzare un bambino nel suo lettino che lo “convince” a dormirci, ma il sentirsi sicuro della vicinanza e del supporto del genitore al momento del bisogno. Quindi: niente pianti! Non è quello di cui ha bisogno il bambino per trascorrere notti serene.

Piuttosto possiamo fare attenzione al momento prima della nanna, fare in modo che il nostro piccolo arrivi sereno e rilassato in quel momento, evitare di fare corse e giochi agitati, no a luci colorate e suoni, anche televisione, pc e tablet sono sconsigliati.

Portiamolo a dormire appena dà i primi segnali di stanchezza, non aspettiamo che sia troppo stanco, altrimenti avrà molta difficoltà a lasciarsi andare al sonno, sarà nervoso e agitato e potrebbe sembrare che “combatte il sonno”, come mi dicono tanti genitori.

Qui alcuni suggerimenti “La buona notte dei cinque sensi”

Ultimo consiglio, ovunque decidiate di fare dormire il vostro bambino, è bene che si addormenti in quello stesso posto. Se invece si addormenta, ad esempio, sul divano e poi lo mettete nel suo letto, la notte si troverà spaesato e cercherà la rassicurazione della mamma o del papà!

Maggiore è la tranquillità e sicurezza che il bambino sperimenta durante la giornata e al momento della nanna, più tranquille saranno le sue notti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *