11 Feb

Il sonno dei bambini: la buona notte dei 5 sensi

il sonno dei bambini

Come favorire il passaggio dalla  veglia al sonno

Il sonno dei bambini è oggetto di attenzione da parte dell’Osservatorio Nazionale sulla salute dell’infanzia e dell’adolescenza che stima in oltre un milione  i bambini con problemi di insonnia in Italia. Le ragioni risalgono, per 8 bambini su 10, ad abitudini disfunzionali durante tutta la giornata. Queste possono causare sia difficoltà di addormentamento che risvegli notturni. Per contrastarle vengono proposte le regole della buona notte legate ai 5 sensi: vista, udito, tatto, gusto e olfatto.

Vista Spegnere tablet e tv almeno un’ora prima di andare a dormire poiché la luce emessa da questi dispositivi altera la produzione di melatonina. La melatonina è un ormone che regola il sonno di bambini e adulti, modificando quindi il ritmo sonno-veglia. Inoltre è opportuno anche regolare tutte le luci della casa diminuendone l’intensità per favorire il rilascio di melatonina da parte della ghiandola pineale.

Udito Come la vista, anche l’udito se eccessivamente stimolato può portare o fare permanere uno stato di attivazione che rende più difficoltoso l’addormentamento e il mantenimento del sonno dei bambini. E’ quindi consigliato favorire un ambiente silenzioso, con eventuale sottofondo soft di musica rilassante. Se si abita in una zona rumorosa sia di giorno che di notte, che può presentare rumori improvvisi che interferiscono con il sonno, è possibile utilizzare un generatore di rumore bianco. In questo modo l’orecchio si abitua ad un rumore di sottofondo costante ed è meno “sorpreso” dai rumori occasionali.

Tatto Il tatto riguarda tutto ciò che percepiamo con la superficie del nostro corpo, dalla temperatura della stanza al pigiama e le lenzuola che sono a contatto con la nostra pelle. E’ bene che la temperatura della stanza non superi i 18/20 gradi e scegliere pigiamini e lenzuola di cotone o altro materiale naturale che non provochi prurito, irritazione o eccessivo calore. Vedrete che il sonno dei bambini ne beneficerà.

Gusto  I cibi che ingeriamo influiscono notevolmente sulla qualità del sonno dei bambini e degli adulti. La sera è preferibile evitare cibi fritti o molto pesanti, preferire piuttosto pollo, tacchino, pesce e uova che contengono triptofano, mediatore che stimola la produzione di serotonina, regolatore dell’umore. 

Olfatto L’aria che si respira nella camera da letto è importante. Cambiare l’aria la sera o durante la giornata, avere lenzuola fresche ed eventualmente  diffondere il profumo di lavanda (nell’aria o mettendo qualche goccia di essenza sul cuscino) che riduce la frequenza cardiaca e la pressione arteriosa, aiutando così il processo di rilassamento necessario per dormire e per mantenere durante la notte il sonno dei bambini (e degli adulti …).

E ricordiamoci che il senso di sicurezza che accompagna il bambino sia di giorno che di notte è un elemento indispensabile per un buon sonno (vedi sonno e attaccamento)

Buona notte a grandi e piccini!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *